sabato 18 aprile 2015

"Il Porto Proibito": ingredienti

Da ieri sera Il Porto Proibito” è un libro vero tra le nostre mani: possiamo guardarlo, aprirlo, toccarlo, sfogliarlo, annusarlo, accarezzarlo.

Fa un certo effetto pensare che gli ultimi due anni di lavoro e di cammino, tanto intensi (più una vita di altre cose precedenti), siano concentrati in questo oggetto blu, di una bellezza davvero disarmante.


Cosa c’è nel “Porto”?

 Quarzo, grafite, carta (tanta), pietre dure tibetane comprate la sera del 31 maggio, un concerto degli Altan sotto il diluvio, mozziconi di matite in bottiglie del latte, lacrime (q.b.)…

Partenze, aeroporti, esplorazioni, sudore, suole consumate, km macinati a piedi e su auto a noleggio, biberon, ciucci di Boots, Portsmouth & Chatham Historic Dockyards, stanchezza, sonno, pannolini, Cornish pasties, Fish&Chips e Sausage Rolls, curiosità, vento in abbondanza, candele accese, sabbia, fari, scogliere, gabbiani, pub, vele, bandiere, alberi, coffe e autentici cannoni, i primi passi di Mickey proprio sul ponte della HMS Victory, maglie a righe, acquarelli, penne e pennarellini, altre matite, altra carta (tanta)…

British bookshops, internet cafés, vecchi negozi marinareschi e polverosi, la salita alla Smeaton’s Tower (cuore che batte forte fortissimo!), Plymouth (ovunque!), pioggia (generosa), acquisti di libri introvabili in Italia grazie ad Amazon…

Poesie poesie poesie, romanzi romanzi romanzi, 
bottoni della Royal Navy pescati su e-Bay, un fischietto da nostromo (funzionante), amici, una bussola (non sempre funzionante... ma perdersi può essere bellissimo), unghie rosicchiate, altre lacrime (q.b.)…

Grafite grafite grafite, pennarellini, gomma, polvere, starnuti, altra carta (tanta, tantissima), cartoncino Schoeller (una fortuna), pennello spazzagomma, riga, squadra, scotch, mani nere, inchiostro per stampante…

Cartoni, canzoni, abbracci, risate, carezze, film girati e immaginati, pirati scalmanati (no, non è un libro di pirati!), travestimenti, CD consunti, commozione, piedini che crescono, mani che imparano a scrivere, gratitudine (a ondate!), parole nuove, parole inglesi, legno (tanto), plastica colorata (q.b.), tesori in carne ed ossa…

Follia (più di un pizzico!), attese, un vecchio cappello da carabiniere trasformato in copricapo da ufficiale di Marina inglese, attrezzi vari, dita incollate, carta assorbente (a rotoli), vaschetta di plastica con tintura, corda (km), pazienza (a vagonate), impazienza (altrettanta: “Papà, ma quando metti le vele??”), bozzelli, bigotte, boccaporti e mille altri dettagli non necessariamente inizianti con la “b”…

E poi, certo, ci siamo noi: 
questi due, + i due che non si vedono.

Tutto questo c’è, nel “Porto”, e molto altro ancora.
Lo scoprirete, se avrete voglia di salire a bordo.

Intanto, se vi va, potete sfogliare le prime 25 pagine del libro (su 312!), grazie a questa preview:


Oppure dare un’occhiata a 360° alla primissima copia arrivata in redazione, qui:


Oppure ancora, scoprire cosa abbiamo raccontato in anteprima a quelli di Orgoglio Nerd, qui:



Nel frattempo, prima ancora di essere pubblicata in Italia, questa storia sta già veleggiando verso Spagna e Francia: le auguriamo buoni venti, mare favorevole, lunga navigazione e tante belle emozioni. Come quelle che stiamo provando noi in questi giorni, e per le quali non finiremo mai di ringraziare abbastanza Caterina & Michele di BAO!

20 commenti:

Vito Stabile ha detto...

Mitici.

Gabriele Vergani ha detto...

Non vedo l'ora di stringerlo tra le mie mani!
Ma non vedo l'ora anche di farmelo dedicare! :)

Chanand7er Bong ha detto...

Non vedo l'ora di stringere quel mattoncino blu tra le mani. Manca poco!

P.S. Vedo la cassetta di Hornblower, il film, ma quanto era figa la serie tv?

claudia unanuvola ha detto...

non vedo l'ora! posso sperare di incontrarvi al salone del libro o all'etna comics?

Teresa Radice & Stefano Turconi ha detto...

Sì, Claudia: saremo allo stand BAO al salone del Libro di Torino sabato 16 e domenica 17 maggio. Ti aspettiamo! fatti riconoscere!

claudia unanuvola ha detto...

nuooooo ;_; il mio aereo parte proprio sabato mattina ;_;
sono disperatissima ;_;
sarà a torino per tutti i giorni prima ;_;
siiiigh ;_;

Giulio Macaione ha detto...

Farò un ordine dall'America sullo shop Bao. Così lo facciamo viaggiare ancora più lontano questo libro :)

Serena Scipioni ha detto...

solo... wow! Ho visto l'anteprima e sono già innamorata!

Gaetano Gabriele ha detto...

Non vedo l'ora di leggerlo ;) ma ci sarete per caso all'etna comics o dovrò aspettare Lucca per incontrarvi ?

Teresa Radice & Stefano Turconi ha detto...

Sorry, niente Etna Comics. Ti aspettiamo a Lucca!

Gaetano Gabriele ha detto...

Peccato :( allora ci vediamo a lucca come ogni anno ;)

PaoloPellegrini ha detto...

Preso,bellissimo!
Il formato è un po' piccolo secondo me,ma' stamparlo piu' in grande sarebbe costato troppo penso?
Siete bravissimi,un lavoro certosino!
Ciao.

Diana ha detto...

è stato un lugno lavoro per voi e segurivi sul blog ha reso partecipe un pochino anhce me e questo traguardo meritatissimo per voi fa feliccisima anche meeeee!!!!!!
sono certa che avrà successo anche in francia e in spagna <3
ps per caso sarete napoli al comicon?

Teresa Radice & Stefano Turconi ha detto...

Sì, Diana, saremo al Comicon, tutti e quattro i giorni!

Diana ha detto...

ottimooooooooo allora verrò a importunarvi sicuramente <3 <3 <3

ett ha detto...

Buona traversata! Che bello leggere e vedere tutti gli ingredienti. In particolare il modello ed i piani di costruzione, Nel mezzo c'è stata anche la sua costruzione?

Elwing ha detto...

"Il Porto Proibito" mi ha preso il cuore a morsi … e poi ci ha fatto le carezze.

Sono felice di avere avuto la fortuna di incontrarvi al Comicon di Napoli: potrà sembrare strano ma percepire la vostra sintonia, quasi palpabile, mi ha concesso di apprezzare in maniera più sottile tante piccole sfumature disseminate tra le pagine del vostro volume. Ce ne sono così tante!

Sulla dedica che mi avete fatto c’era scritto di farvi sapere com’è andato il viaggio ed io non so da che parte iniziare per dirvi grazie.

Grazie per avermi regalato una storia di viaggi e di mare riuscendo nell’ardua impresa di rispettare il canone risultando contemporaneamente originali e freschi.

Grazie per avermi regalato una storia umana, piena di sentimenti puri e reali, mai stucchevoli, mai preconfezionati. La vostra sensibilità mi ha graffiato l’anima con tenerezza.

Grazie per i versi e per canzoni.
Grazie per la musica.

La storia è magnifica ed i disegni – meravigliosi anch’essi – si accordano perfettamente all’atmosfera malinconica, dolce e crudele che avvolge le pagine, così accurate che sembrano frutto di un’unica mano, un’unica mente ma, soprattutto, un unico cuore.

C’è tanto impegno in questo volume, tanta ricerca, tanto studio, dedizione e passione. Tutto questo gronda con prepotenza dalle pagine come le lacrime calde dai miei occhi all’avanzare della storia.
Avete confezionato un regalo prezioso, un frammento di voi, e lo avete donato a tutti.

Grazie.

Alessia, la ragazza col vestito a righe

Teresa Radice & Stefano Turconi ha detto...

Cara Alessia col vestito a righe (rosse e blu, giusto?),

GRAZIE per aver condiviso il tuo viaggio con noi.
E per aver voluto così bene al Porto.

Ci hai fatto un vero regalo!

Alelwing ha detto...

Rosso e blu, giusto!
Vi devo fare una confessione. Dopo avervi scritto questo messaggio non ho saputo resistere e l'ho sviluppato un po'. Gli amici di Lega Nerd ci hanno messo un po' a pubblicarlo ma finalmente eccolo qui.

https://leganerd.com/2015/05/22/viaggio-verso-il-porto-proibito/

Mi sono permessa di rubare qualche foto dal blog :) spero non sia un problema!

Teresa Radice & Stefano Turconi ha detto...

Hai fatto benissimo, Ale!
In effetti, avevamo riconosciuto la tua manina :-)! Come vedi, abbiamo linkato il tuo pezzo più su: "spassionati consigli a cuore aperto", nel post "Ho un libro in testa" con la data di oggi.
Di nuovo GRAZIE!!