lunedì 10 aprile 2017

4 chiacchiere su "Non stancarti di andare"

Da un po'  - e ce ne scusiamo - 
non vi aggiorniamo su Non stancarti di andare
il nostro romanzo grafico di oltre 300 pagine 
in uscita a novembre 2017 per BAO Publishing.



Tempo fa, Gabriele e Jacopo di Orgoglio Nerd sono venuti nella Casa Senza Nord per farci qualche domanda in merito (GRAZIE, ragazzi!!), così oggi approfittiamo dell'intervista appena pubblicata per fare il punto della situazione:


Rileggendo le nostre parole, ci accorgiamo che - col procedere della lavorazione - forse ora, nel rispondere, aggiungeremmo qualcosa o lasceremmo meno spazio a qualcos'altro. 
E' la riprova del fatto che  - accidenti! - questa storia sfugge a ogni definizione, è un cammino su un sentiero ripido e sdrucciolevole, dal panorama mutevole e la meta continuamente differita.
A chi avrà la bontà di seguirci anche in questa avventura, comunque, ci sentiamo di promettere un nuovo viaggio, sicuramente diverso da "Il Porto Proibito", ma - crediamo - non meno intenso.

Tipo quello che, esattamente dieci anni fa, esattamente in questi giorni, ci portava a scoprire un Paese e delle Persone che ci sarebbero rimasti nel cuore.

Appuntamento a novembre in libreria!
(e su questo blog per periodiche anteprime)

4 commenti:

Andrea Nicolucci ha detto...

'Il porto proibito' mi è entrato nel cuore da subito non solo perchè è un libro meraviglioso, ma anche perchè in un momento particolare della mia vita parlava di temi che mi erano vicini.
Non so se sarà così anche per 'Non stancarti di andare', ma "temo" che le premesse ci siano tutte.

Grazie ancora per queste anticipazioni.

Andrea

Gabriele Porro ha detto...

È sempre un piacere passare dei pomeriggi a parlare con voi!

laefe ha detto...

Bellissima intervista, sono sempre più curiosa di assaporare questa nuova storia, e immaginandomi i tipi di ostacoli che i due protagonisti incontreranno, inizio già a commuovermi...
Interessante anche la parte dove Stefano parla un po' della calligrafia araba, si percepisce subito tutto lo studio che c'è dietro! Poi ricordo anche alcune foto che avevate messo qui sul blog, proprio sugli "attrezzi del mestiere" per poter sperimentare quell'arte! Perché di arte si tratta davvero!

Grazie ancora per queste piccole sbriciatine al vostro lavoro!

Teresa Radice & Stefano Turconi ha detto...

Grazie a voi, tutti e tre!

E' un piacere avere lettori/intervistatori così attenti e interessati!! :-)

A presto per altre anteprime...